The Mob Museum

Voliamo a Las Vegas, al Museo delle stragi e della mafia: si tratta del Mob Museo. Questo discutibile luogo d’arte propone reperti veramente unici, come per esempio la parete originale di quel garage di Chicago dove Al Capone cancellò letteralmente dalla faccia della Terra la banda rivale: si tratta del celebre Massacro di San Valentino. E non solo: se vi piacciono i cimeli macabri, non mancate di andare a vedere la sedia elettrica di una famosa esecuzione, quella del barbiere su cui venne ucciso Albert Anastasia e tanti altri ancora, oggetti appartenuti alla criminalità organizzata.

 Ovviamente un museo come quello delle stragi non poteva che nascere nella patria del kitsch per eccellenza, Las Vegas, una location scelta non a caso, visto che la mafia americana amava operare in questa regione. Anche la data di nascita e di inaugurazione del Mob Museum (il cui vero nome è troppo lungo da pronunciare, National Museum of Organized Crime and Law Enforcement) sono state scelte ad hoc: 14 febbraio, 83esimo anniversario della sparatoria di cui vi abbiamo parlato sopra, mentre la sede prescelta è quella del Las Vegas Post Office and Courtroom. Qui negli anni ’50 venne ospitato il Kefauver Comitée, la commissione del Senato Usa contro la criminalità organizzata.

Sono dieci anni che a Las Vegas c’è l’idea di creare un museo del crimine. Osteggiato dalla comunità italoamericana, trova il sostegno dell’FBI, che si fa forte del suo valore educativo. Non a caso, presidente del museo è Ellen B. Knowlton, ex federale. Qualcuno è già andato a vederlo e ha parlato di un connubio fra attrazione morbosa e disgusto affascinato, complice anche la sceneggiata all’ingresso in cui si viene trattati come sospetti criminali.

Ma quale vuole essere il messaggio del Mob Museum? Beh, forse quello di una Las Vegas cosmopolita e di un popolo, quello americano, che ancora una volta dimostra di subire il fascino perverso di una porzione di passato non proprio nobile, ma difficile da dimenticare. Voi cosa ne pensate? Andreste a vedere un museo del genere?

apollodoro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...